Ultimate magazine theme for WordPress.

Consumi, ad agosto è tornata la voglia di spendere (per auto, bici e lavori in casa)

osservatorio findomestic

Le intenzioni di acquisto crescono in media del 18,7% in un mese: siamo sopra i livelli di febbraio, prima del lockdown. Lo smart working traina l’hi-tech

Effetto Covid sui consumi, in 6 mesi persi 59,2 mld

Le intenzioni di acquisto crescono in media del 18,7% in un mese: siamo sopra i livelli di febbraio, prima del lockdown. Lo smart working traina l’hi-tech

2′ di lettura

Rispetto ai giorni del lockdown, è tornata tra gli italiani la voglia di spendere: ad agosto le intenzioni d’acquisto sono cresciute mediamente del 18,7% rispetto a luglio e su livelli superiori rispetto allo scorso febbraio. Gli incentivi hanno movimentato i mercati dell’energia (+51% di propensione all’acquisto di impianti solari termici) e della mobilità (+11,7% per le auto nuove). La fine dell’estate, la voglia di concretizzare i progetti ideati nei mesi di lockdown ma anche i timori crescenti di una nuova chiusura fanno aumentare anche le intenzioni d’acquisto di mobili (+18,3%). Il consolidarsi dello smart working spinge inoltre i consumatori a migliorare anche la dotazione tecnologica domestica generando un’impennata della propensione all’acquisto di pc (+45%) e tablet (+36,9%).

Mobilità «trainata» dagli incentivi

Lo rivela l’Osservatorio Mensile Findomestic di settembre, realizzato dalla società di credito al consumo del gruppo Bnp Paribas in collaborazione con Eumetra. Ne esce fuori che il varo dei tanto attesi incentivi alla mobilità sostenibile e la voglia di utilizzare un mezzo proprio a scapito di quelli pubblici hanno trainato ad agosto le intenzioni d’acquisto di auto nuove (+11,7%), auto usate (+12%) e motocicli (+16,6%). Bene anche le e-bike con un +24,2% di aumento della propensione d’acquisto rispetto a luglio.

Le spese per la casa, tra lavori e mobili

La previsione di un autunno più domestico, dove lo smartworking diventa «strutturale» e il timore di andare incontro a mesi contrassegnati da una maggior prudenza e cautela nei movimenti spingono i consumatori intervistati dall’Osservatorio Findomestic a pensare di rendere il proprio «nido» più confortevole. In agosto la propensione a ristrutturare casa è, infatti, aumentata del 19,4% rispetto al mese precedente e quella di acquistare mobili del 18,3%. Incremento del 25,3% anche per tv e hi-fi. La crescente sensibilità verso la ristrutturazione degli spazi domestici, spinta certamente dagli incentivi statali, riportano le intenzioni d’acquisto di elettrodomestici su livelli superiori al pre-Covid: +37,8% per i grandi, +19,1% per i piccoli.

Pc per lavorare da casa ed efficienza energetica

Performance positive anche nel comparto tech. La propensione all’acquisto di pc e accessori – fondamentali per il lavoro da remoto – è cresciuta in agosto del 45,3% rispetto a luglio, così come quella di tablet e e-book (+36,9%). In aumento anche le intenzioni d’acquisto per il settore della telefonia (17,1%) così come risulta in crescita anche la volontà di acquistare fotocamere e videocamere (+10%). In questa fase gli italiani non vogliono perdere l’occasione per sfruttare gli incentivi legati all’efficienza energetica unendo così sostenibilità e vantaggi economici. La propensione all’acquisto di impianti solari termici è aumentata del 51% in agosto, quelle per impianti fotovoltaici del 38,6% e del 25,6% per infissi e serramenti. In negativo invece stufe e caldaie che chiudono il mese a -1,6 per cento.

Viaggi e vacanze vittime del Covid

La cronaca delle ultime settimane e l’andamento internazionale dei contagi hanno frenato ancora di più la ripresa del settore viaggi e vacanze che in agosto, complice il finire dell’estate e delle ferie, registra un fisiologico calo delle intenzioni d’acquisto rispetto a luglio (-23,8%). Diminuisce anche la propensione all’acquisto di attrezzature e abbigliamento sportivo, mentre aumenta quella per le attrezzature per il fai-da-te (+8,9 per cento).

Source link